PINKEASTER con MORTADELLA BOLOGNA IGP

PINKEASTER 

Per trascorrere una Pasqua felice e in famiglia non c’è prodotto più indicato della Mortadella Bologna IGP;

Per avere una tavola imbandita a festa, accogliente, ricca e colorata, il Consorzio Mortadella Bologna ha ideato per voi originali e semplici ricette!

FAGOTTINO DI MORTADELLA

CON PUREA DI FAVE, UOVA DI QUAGLIA SODE E CRUMBLE DI TARALLI

Purea di Fave

Prendete 250 g di fave e lavatele con acqua fredda; poi cuocete le fave in acqua con l’aggiunta di un paio di foglie di alloro, per almeno 100/120 minuti così da assorbire la maggior parte dell’acqua e ottenere una consistenza morbida. Successivamente frullare il tutto con il minipimer, per rendere la purea di fave ancora più morbida e cremosa.

Uova di quaglia sode

Fate cuocere 4 uova di quaglia per 3/4 minuti in acqua bollente leggermente salata; poi risciacquatele sotto l’acqua fredda e, una volta raffreddate, dividete ogni uovo in due parti.

Crumble di taralli

Nel frattempo, sbriciolate i taralli e fateli dorare in padella; mettete il crumble da parte per la decorazione finale del piatto.

Mortadella Bologna

Se possibile affettate direttamente dalla vostra Mortadella Bologna IGP intera una fetta integra e abbastanza spessa (3/4 mm) per l’uso che ne dovete fare: uno “scrigno”.

Diversamente utilizzate le fette presenti nelle vaschette, magari impiegandone 4/5 insieme per creare uno spessore adeguato per l’uso che dovrete farne.

Fagottino

Richiudete la fetta di Mortadella Bologna come se fosse uno scrigno e riempite il suo interno con la purea di fase. Chiudete lo scrigno con un filo di erba cipollina, assicurandovi di lasciare il “collo” aperto cosi da poter adagiare sulla purea le uova di quaglia divise.

Posizionate il fagottino sul piatto e guarnitelo con il crumble di taralli precedentemente preparato.

QUICHE AGLI ASPARAGI E MORTADELLA

Pasta Brisè 

Prendete un minipimer e aggiungete farina setacciata, burro freddo a pezzetti e sale. Frullate il tutto fino ad ottenere un composto unico e farinoso. Aggiungete alcune foglie di timo; impastate il tutto aggiungendo lentamente acqua fredda. Quando l’impasto sarà compatto avvolgetelo con la pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigorifero per almeno 40 minuti.

Il ripieno

Prendete alcuni asparagi, lavateli con acqua fredda e pelateli con un pelapatate; poi legateli fra loro con uno spago da cucina e cuoceteli in acqua fredda già salata per circa 15 minuti. Al termine scolateli e lasciateli raffreddare.

Successivamente tagliate alcuni asparagi a rondelle sottili per il ripieno. Altri serviranno interi per la guarnizione finale.

Tritate finemente lo scalogno e lasciatelo sfiorire lentamente in una padella antiaderente con l’olio e poi inserite nella stessa pentola gli asparagi a rondelle, lasciando insaporire il tutto per 3-4 minuti.

Nel frattempo, tagliate la Mortadella Bologna IGP a cubetti e preparate delle fette per la decorazione finale.

In un recipiente lavorate la ricotta e il latte con l’aiuto delle fruste; poi aggiungete le uova precedentemente sbattute, il formaggio grattugiato, un pizzico di sale e pepe.  Completate il ripieno con la Mortadella Bologna a cubetti e gli asparagi a rondelle: mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo.

Quiche

Per prima cosa stendete il panetto di pasta brisè con il mattarello su una base leggermente infarinata e poi, dopo aver imburrato una teglia del diametro di almeno 24 cm, adagiatevi al suo interno la sfoglia di pasta brisè.

Versate il ripieno e decorate la superficie con delle fette di Mortadella Bologna e con gli asparagi interi creando una trama a vostro piacimento. Ripiegate il bordo della quiche verso l’interno spennellate gli asparagi con un po’ di olio e infornate in forno preriscaldato a 160° per circa 85 minuti. Una volta pronta, sfornate e fate raffreddare la quiche.

Posizionatela sul piatto e guarnitela con alcuni fiori alimentari.

ARROSTO DI CONIGLIO CON MORTADELLA E CARCIOFI

Ripieno

Pulite i carciofi staccando le foglie esterne più dure; divideteli a metà ed eliminate il fieno centrale con l’aiuto di uno scavino. Tagliate a spicchi e metteteli a bagno in acqua con succo di limone, per evitare che anneriscano. Successivamente fate sciogliere 10 g di burro con uno spicchio di aglio in camicia in una padella antiaderente; posizionate i carciofi e fate cuocere per 5-6 minuti. Lasciate raffreddare.

Coniglio

Stendete il coniglio precedentemente disossato e aggiungete sale e pepe; farcite il coniglio con alcune fette di Mortadella Bologna IGP, 2/3 carciofi, del Parmigiano Reggiano e 1 cucchiaio di erbe aromatiche tritate.

Arrotolate il tutto e legatelo con alcuni giri di spago da cucina.

Cottura

Sciogliete il burro rimasto in una teglia, posate all’interno il rotolo di coniglio e lasciatelo rosolare su fiamma vivace, rigirandolo in modo da ottenere una cottura uniforme su tutti i lati.

Successivamente pulite le verdure e tagliatele a dadini per aggiungerle alla carne rosolata, oltre a sale e pepe.

Proseguite poi la cottura in forno, precedentemente portato alla temperatura di 200°C. Dopo i primi 40 minuti di cottura aggiungete un po’ di vino bianco e proseguite per altri 40 minuti. Al termine della cottura togliete l’arrosto dal forno e avvolgetelo in un foglio di alluminio e lasciatelo riposare per 15 minuti.

Tagliate a fette e posizionate il coniglio ripieno sul piatto aggiungete del brodo di cottura e guarnite il coniglio con alcuni fiori alimentari.

Servite in tavola!

Buona Mortadella a tutti!